Bioforlife Therapet - Theratest Quattro

aggiungi ai preferiti

Theratest Quattro diagnostica Erlichia-Filaria-Leishmania-Anaplasma ( Leis - Fil - Erl - Anap )

Test
Cod. 00004935 | 00004935 | 2008000049355
Theratest Quattro - Test
Qt. confezione: 10
Qt. imballaggio: 10
Iva: 22%
disponibile
Scheda prodotto
Il kit per la diagnosi rapida THERATEST QUATTRO ( Leishmania infantum, Ehrlichia canis, Anaplasma platys e Dirofilaria immitis), si basa sulla tecnica immunocromatografica ed è pensato per l’accertamento rapido e qualitativo degli anticorpi di Leishmania infantum, Ehrlichia canis e Anaplasma platys e dell’antigene di Dirofilaria immitis nel sangue intero, siero e plasma.

Il test si compone di quattro zone separate: una per la rilevazione di anticorpi di Ehrlichia, un’altra per l'individuazione di anticorpi di Anaplasma, una per la rilevazione di anticorpi di Leishmania e un’altra per l’accertamento dell'antigene di Dirofilaria.

Ogni zona ha un pozzetto arrotondato dove si inserisce il campione e una zona di risultati contenente la linea T (linea di test) e la linea C (linea di controllo).
Una volta inserito il campione nel pozzetto, si produce la migrazione per capillarità lungo la membrana.
Se il risultato è negativo, comparirà un'unica fascia di colore porpora nella zona C.
La fascia nella zona C compare sempre, dato che si tratta di una fascia di controllo e che indica la corretta esecuzione del test.
Se il risultato è positivo, oltre alla fascia C, comparirà una fascia porpora anche nella zona di test (linea T).

Materiali forniti
1 - Test confezionati singolarmente in buste di alluminio.
2 - Flacone contagocce contenente il diluente.
3 - Pipette usa e getta per dosare il campione. La fascia scura presente nel capillare sta a indicare il volume di 20 μl.
4 - Fiale con anticoagulante per la raccolta del sangue.
5 - Istruzioni d' uso.

Precauzioni
1 - Esclusivamente per uso veterinario
2 - Per un risultato ottimale seguire attentamente le istruzioni di utilizzo
3 - Tutti i campioni devono essere manipolati come potenzialmente infettivi. Lavare e disinfettare le mani dopo la manipolazione. Evitare la formazione di aerosol quando si distribuisce il campione.
4 - Non aprire o estrarre il test dal suo sacchetto di alluminio individuale fino a quando non sarà effettivamente utilizzato.
5 - Non usare il test se l'involucro è rotto o danneggiato.
6 - Non riutilizzare.
7 - Tutti i componenti del test devono trovarsi a temperatura ambiente prima di utilizzarlo.
8 - Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla scatola e il contenitore in alluminio.
9 - La qualità dei componenti del kit è stata tarata in modo specifico per ogni lotto. Non mischiare con altri componenti o reattivi provenienti da lotti diversi.

Conservazione e stabilità
Il kit deve essere conservato ad una temperatura tra i 2° e i 30°C.
Nel rispetto di queste condizioni, viene garantita la stabilità fino alla data di scadenza stampata sulla scatola e sul contenitore individuale.
Il kit è stato progettato per essere conservato a temperatura ambiente.
Anche se può essere conservato in frigorifero, si raccomanda di farlo a temperatura ambiente, per evitare di dovere aspettare che i reagenti raggiungano la temperatura ambiente, necessaria al loro utilizzo.
NON CONGELARE. Non esporre direttamente alla luce solare per un periodo di tempo prolungato.

Raccolta e preparazione del campione
Il test può essere realizzato con siero, plasma o sangue intero.

SANGUE INTERO
Prelevare un campione di sangue tramite i metodi tradizionali e raccoglierlo in una fiala con anticoagulante (Eparina, EDTA o citrato).
Nel kit sono incluse delle fiale con EDTA, ma si può usare qualsiasi altra fiala a patto che contenga uno dei predetti anticoagulanti.
Il sangue deve essere analizzato entro le 4 ore successive all'estrazione.
Se non fosse possibile, si può conservare in frigorifero tra i 2° e gli 8°C,fino ad un massimo di 24 ore. NON SURGELARE.
I campioni sottoposti ad emolisi possono alterare il risultato.

PLASMA
Prelevare un campione di sangue tramite i metodi tradizionali e raccoglierlo in una fiala con anticoagulante (Eparina, EDTA o citrato).
Nel kit sono incluse delle fiale con EDTA, ma si può usare qualsiasi altra fiala a patto che contenga uno dei predetti anticoagulanti.
Separare il plasma mediante centrifuga.
Il plasma si conserva refrigerato ad una temperatura tra i 2° e gli 8°C fino ad un massimo di 72 ore.
Per una conservazione più prolungata, deve essere surgelato ad una temperatura inferiore a -20°C.
Se il campione è stato conservato
refrigerato, bisogna aspettare che raggiunga la temperatura ambiente, prima di procedere al test.

SIERO
Prelevare un campione di sangue tramite i metodi tradizionali e raccoglierlo in una fiale pulita SENZA ANTICOAGULANTE.
Separare il siero mediante centrifuga.
Il siero si conserva refrigerato ad una temperatura tra i 2° e gli 8°C fino ad un massimo di 72 ore.
Per una conservazione più prolungata, deve essere surgelato ad una temperatura inferiore a -20°C.
Se il campione è stato conservato refrigerato, bisogna aspettare che raggiunga la temperatura ambiente, prima di procedere al test.